Il club nasce dall'esperienza maturata alla fine degli anni 70 quando un primo nucleo di modellisti orbitanti su San Donà di Piave costituì l'Associazione Modellistica Piave (AMP) comprendente le due maggiori branche del modellismo: statica e dinamica.
Nel 1983 alcuni modellisti del settore statico si staccarono per fondare la sezione di San Donà del CMPR (Club Modellistico Plastico Ravenna). Ciò portò, nel giro di due anni ed in modo consensuale, alla scissione tra il settore statico e quello dinamico che divennero indipendenti essendo gli interessi e le modalità operative delle due branche assai diverse tra loro e difficilmente conciliabili. Negli anni successivi anche la sezione del CMPR si sciolse portando di fatto alla scomparsa del modellismo statico nel panorama associazionistico sandonatese.
Con il tempo e grazie all'iniziativa di un modellista già appartenente al gruppo iniziale, nacque il desiderio di riprendere l'attività associativa nel Basso Piave riunendo all’inizio alcuni soci già appartenenti all'AMP e successivamente estendendo la partecipazione ad altri modellisti.
Alla fine del 2012 l'attività del settore statico riprende all’interno dell'AMP che nel frattempo aveva continuato ad operare nel settore dinamico e mantenuto una propria struttura.
Il 19 Aprile 2013 la sezione statica dell'AMP iniziava la propria attività con i primi 7 soci. Con il passare del tempo, il numero di modellisti è aumentato ed è quindi maturata la concreta possibilità di creare una struttura indipendente che non fosse una sezione di altra realtà. Nel dicembre 2013 si decise pertanto di costituire una nuova associazione di modellismo statico che rese vita il 17 gennaio 2014 come CLUB MODELLISMO STATICO PIAVE con i primi tredici soci. Le finalità della nuova associazione erano la divulgazione di questo hobby e la trasmissione di tecniche, teorie ed interessi modellistici a tutti gli appassionati. Inizialmente l’associazione è stata gestita come semplice unione di liberi cittadini che si trovavano senza formalità, senza essere regolati da uno statuto e senza assegnare cariche se non quella di un semplice referente nei rapporti con associazioni analoghe.
Con il passare degli anni non solo il numero di soci è cresciuto ma anche l’attività svolta è diventata più intensa e ciò ha posto nuove esigenze gestionali tanto che nel 2018 si è deciso di costituire l’associazione in via ufficiale e secondo la normativa vigente e di conseguenza il 18 gennaio 2019 si è legalmente costituto il CLUB MODELLISMO STATICO PIAVE.
La struttura attuale è regolata da uno statuto e prevede, oltre all’assemblea dei soci, un consiglio direttivo di tre persone nonché le figure del Presidente, del Segretario e del Tesoriere.
Questa nuova organizzazione, solo apparentemente più rigida, non fa venir meno gli scopi essenziali per i quali il club è nato, ovvero la divulgazione dell’hobby del modellismo statico, la collaborazione con le altre associazioni modellistiche e con i soggetti istituzionali, lo scambio paritetico tra i soci di informazioni ed esperienze che possano portare i singoli a migliorare le proprie realizzazioni pur sempre nel totale rispetto della libera interpretazione e disponibilità che il singolo vuol dare a questo hobby.
Questa impostazione di amichevole collaborazione si è dimostrata vincente e ciò è testimoniato dalla presenza costante alle riunioni di un gran numero di soci provenienti da vari comuni del Basso Piave (San Donà di Piave, Jesolo, Caorle, Portogruaro, San Stino di Livenza) nonché dagli ormai numeri successi che il club ha conseguito con le opere dei suoi soci nelle maggiori manifestazioni modellistiche non solo nazionali ma anche internazionali.